Miglioramento personale e benessere organizzativo

Metodi e tecniche.

Percorsi sul Benessere organizzativo e stress lavoro correlato.

 

Dall’entrata in vigore del Testo Unico sulla salute e la sicurezza sul lavoro, D.Lgs. 81/08, attorno al tema della valutazione dei rischi connessi allo stress lavoro-correlato (work-related stress) si è creato un nutrito dibattito metodologico. A più di vent’anni dalla prima normativa europea sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, in Italia è la prima volta che si fa esplicito riferimento al “rischio stress lavoro-correlato” in un decreto legislativo. Dall’introduzione dell’obbligo di valutazione dei rischi legati allo stress lavoro-correlato, i datori di lavoro e i professionisti del settore sicurezza e salute delle organizzazioni e delle piccole imprese sono alla ricerca di metodi efficaci per ottemperare a quanto previsto dalla normativa. La cultura medicalistica alla quale il nostro paese è abituato, che guarda ai danni, alle lesioni, alle malattie o alle alterazioni come prodotti di cause da demonizzare o come conseguenze della colpevole ignoranza dei soggetti coinvolti, non prende in adeguata considerazione la dimensione soggettiva del fenomeno. È altresì vero che l’imperante burocrazia “costringe” il datore di lavoro a compiere azioni di tipo formale, piuttosto che indurlo a intervenire in modo sostanziale per garantire il benessere bio-psicosociale dei lavoratori. È dunque necessario saper superare le logiche medicalistiche e giuridico-burocratiche per trattare il problema con una correttezza scientifica e metodologica che garantisca criteri applicabili e replicabili. Oggi sono ben noti gli aspetti negativi del burnout lavorativo, condizione di stress cronico verificato spesso in professioni in cui ci si deve occupare dell’altro, portando supporto e aiuto: le cosiddette helping professions che sono quelle più a rischio di stress negativo, demotivazione e depersonalizzazione dell’utente.

 

Percorsi sulla gestione dello stress.

 

Lo stress è un argomento molto popolare nella cultura di oggi. La sua popolarità deriva dal bisogno di venire a capo di questa condizione; occuparsi di stress abbastanza efficacemente per condurre una vita «normale» e felice. Molte abitudini delle persone, influenzate dai frenetici stili di vita e dalle aspettative di poter ottenere gratificazioni immediate, riflettono il bisogno di sradicare lo stress piuttosto che di gestirlo, ridurlo o controllarne le proprie percezioni. Trattare lo stress è un processo, non un risultato. Se lo si concepisce come risultato, la conseguenza è che lo stress non va mai realmente via, semplicemente si ripresenta sotto una nuova veste. Trattare lo stress come processo significa riuscire ad identificare le molteplici componenti del costrutto, sia in termini di caratteristiche che in termini di conseguenze. L’intervento multicomponenziale per la gestione dello stress prevede l’implementazione di tecniche autoregolazione (rilassamento muscolare progressivo di Jacobson, tecniche di respirazione diaframmatica, di tecniche, Biofeedback e tecniche cognitive) Leggi l’Articolo per saperne di più.

 

Percorsi  su metodi e tecniche di apprendimento e memoria.

 

Il tema dell’apprendimento affascina da molto tempo chi si dedica ad attività di carattere formativo. Affascina soprattutto il tema di come stimolare l’apprendimento facendo diventare i ragazzi o gli adulti persone in grado di autogovernare il loro rapporto con il sapere. Un aspetto, questo, che coinvolge diversi elementi: motivazione, curiosità, organizzazione mentale, disciplina, educazione. Importantissimi inoltre sono gli stili di apprendimento: le modalità privilegiate dalle persone per acquisire ed elaborare nuove informazioni. Se alcuni apprendono e ricordano più facilmente informazioni visive (figure, schemi, immagini, grafici) o informazioni verbali (parole pronunciate e scritte), altri invece preferiscono le esemplificazioni pratiche. Le convinzioni sono una forza potentissima che agisce sul comportamento, hanno lo scopo di fornire motivazioni e prospettive affinché il comportamento effettivo possa svilupparsi e innalzarsi fino a corrispondervi. Il presente percorso formativo tende a sviluppare in maniera esperienziale le tematiche sopra illustrate fornendo ai partecipanti una visione chiara dei meccanismi implicati nella memoria e nell’apprendimento e promuovendo l’acquisizione di tecniche in grado di migliorare il proprio livello di performance personale e sociale.

Please follow and like us:
Follow by Email
YouTube
YouTube
LinkedIn
LinkedIn
Share
Instagram